Salonicco, una giornata tipo…

SaloniccoSe c’è una cosa che mi entusiasma di Salonicco è la sua vitalità e gioventù. Salonicco è cittá universitaria e dal lungomare fin dentro il quartiere di Ladadika è un susseguirsi di taverne e bar in cui i giovani sorseggiano un caffè, un drink, sgranocchiando qualche snack.

Noi alloggiamo sempre lungo la via Egnatia, non più lontano 600-700 metri da Piazza Aristotele, in modo da avere tutto a portata di piede. Non pensate di andare in giro per il centro con l’auto, trovare un parcheggio è a dir poco impossibile. Molti hotel ne hanno a disposizione per i loro ospiti e noi ne abbiamo usufruito.

SaloniccoIl nostro giro pomeridiano inizia sempre quindi dalla via Egnatia, una delle più trafficate e caotiche strade di tutta la Grecia, piena di negozi di ogni genere, hotel e persone di ogni tipo. Tra un palazzo e l’altro tenuti in modo un po’ fatiscente, stanno iniziando a disegnare  murales su alcuni lati delle facciate, regalandogli così un tocco di stile. Passeggiando ci infiliamo dentro le viette tra palazzoni di 10 piani abbandonati, garage che sono diventati nel tempo locali per un dopocena e tanti negozi… chiusi. In questi anni ahimè è stato un susseguirsi di negozi chiusi, ogni anno di più.

Per chi non ha mai visto la città, la prima impressione che si ha è un senso di fatiscenza e insicurezza, nulla di più falso. Al pomeriggio Salonicco è così, la sera si trasforma…

SaloniccoProseguiamo lungo i viale fino ad arrivare sul lungomare, dove sulla sinistra in fondo spunta il simbolo della città: la Torre Bianca. Passeggiando sul lungomare verso la Torre Bianca, si ha sulla sinistra una fila interminabile di taverne e locali per bere dei drink pieni di ragazzi, la strada perennemente trafficata e la passeggiata pedonale e ciclabile. È un piacere passeggiare per questo viale e vedere la vita della città che scorre e scambiare quatto parole con anziani che stanno pescando sul lungomare. Qui sono ormeggiate delle grande barche tipo caicchi, ma in realtà sono dei veri e propri bar. Si entra gratuitamente, si prende la consumazione mentre il caicco fa il giro del lungomare, carino no? Una visita alla Torre Bianca è d’obbligo. L’entrata si paga 3 euro ed è compreso di audio guida in lingua inglese, e al suo interno vi è una mostra sulla storia e l’importanza della città di Salonicco. Arrivati in cima si può godere un panorama a 360 gradi della città.

SaloniccoDopo un aperitivo sul lungomare con ouzo e meze ( i locali del lungomare non sono tra i più economici), ci si dirige per cena nella zona di Ladadika. Qui è un susseguirsi di taverne tutte molto buone, ne abbiamo visitate molte di queste. Vi sono turisti, ma anche molti greci. Il venerdì e il sabato poi, se capitate nella taverna giusta, potrete essere intrattenuti da orchestre che cantano e suonano, come la nostra taverna preferita in zona Karipi, un posto in cui ci torniamo ogni qualvolta siamo a Salonicco. Qui si mangia, si canta, ci si diverte e intorno vedi un pullulare di giovani pronti ad accendere la notte. Qui a Salonicco dal punto di vista economico di problemi ce ne sono molti, ma la gente ha ancora voglia di sorridere e divertirsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *