La laguna di Balos


20160524_144016Forse una delle spiagge  più fotografate e fotografate di tutta la Grecia e non solo. Per raggiungerla bisogna proseguire la National Road, passare Kissamos e seguire per Kaliviani girando a destra in un incrocio ben segnalato. Da lì si prosegue sempre dritti passando dentro il paesino di Kaliviani, proprio in mezzo ad una stradina stretta tra due taverne. Poco dopo troverete un botteghino dove un operatore vi fermerà per pagare il biglietto di entrata nella zona parco, 1 euro a persona, servirà, così dicono, a mantenere la strada  percorribile. Si inizia così un percorso su strada sterrata che a detta di molti è duro pericoloso…trattasi di semplice strada sterrata con alcune sconnessioni e qualche sasso nella carreggiata, ma la strada è molto larga e con le dovute precauzioni si percorre senza problemi e senza causare danni alle auto, personalmente in Grecia ho visto sterrati peggiori. Alla fine della strada vi è un grande spiazzo dove parcheggiare le auto, da lì si parte a piedi. Il primo pezzo è quasi pianura tagliando la collina, poi inizia la discesa con tutti gradoni scavati nella roccia che ti portano fino alla spiaggia. Il momento più bello è senza dubbio quando davanti agli occhi ti sia apre dal nulla tutta la laguna di Balos…credo che le foto parlino da sole. Nel periodo in cui l’abbiamo visitata noi, fine maggio, non vi erano bar, ombrelloni e null’altro, non so se in agosto la situazione cambi.

20160524_111319_Pano

La laguna di Balos è una grande spiaggia bianca, acqua ovviamente dalle mille sfumature e posti per ripararsi dal sole inesistenti, quindi consiglio sempre di portarsi un ombrellone perché ustionarsi è un attimo!!! Nei periodi di massima affluenza è a detta dei locali, un vero carnaio anche perché oltre ad essere raggiungibile via terra, si può più comodamente raggiungere con gite organizzate via nave, che da una certa ora iniziano a scaricare gente su gente. Un consiglio che mi 20160524_123633permetto di dare è di raggiungerla non più tardi delle nove per poterla godere in pieno prima del pienone.

La risalita verso il parcheggio dell’auto è la parte un po’ più dura della giornata, specie in quelle giornate prive di vento in cui il sole picchia davvero forte, ma facendo un paio di soste si arriva in piena scioltezza. Per chi volesse poi, una volta finiti i gradini ci sono gli asinelli che offrono il servizio transfer verso il parcheggio.

One thought on “La laguna di Balos

  1. Il posto è davvero una favola, ci sono stato anche io e andarci via mare credo sia davvero un peccato, perchè appunto quando si arriva a qeusta terrazza da dove all’improvviso vi si apre questa veduta, non si crede ai propri occhi. E’ qualcosa che le foto, seppur siano ben fatte, non riescono a descrivere, è un paradiso. La passeggiata per arrivarci, una volta scesi dalla macchina, personalmente l’ho fatta con infradito ai piedi, non la trovo per nulla faticosa se non nel tratto finale dove si scende per 50 metri nella sabbia, però basta non scendere direttamente al mare ma girare largo per soffrire meno la pendenza… e comunque preso dall’entusiasmo so andato giù di corsa!!!! E’ na cosa fantastica!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *