Una giornata a Skiathos

Alloggiamo in pieno centro a Skiathos e dopo essere stati disturbati nel sonno durante tutta la notte dalla musica proveniente da qualche discoteca limitrofa, alle ore 8,30 apriamo definitivamente gli occhi, proprio nel momento in cui la disco aveva ormai chiuso i battenti! Partiamo alla scoperta delle spiagge del Nord percorrendo la strada principale che collega l’isola da est a ovest, a differenza delle precedenti isole, la strada risulta in diversi tratti trafficata, il paesaggio deturpato da mega alberghi sul mare, e molta meno natura. Prendiamo una strada sterrata alla scoperta delle spiagge del Nord: Agistros, Mandraki, Elias. Sono belle, ma questa mattina il meltemi si fa sentire più degli altri giorni, quindi il mare è parecchio mosso e decidiamo di lasciare quel versante per fermarci a A. Eleni, una cala situata nel versante occidentale abbastanza riparata dal vento. La spiaggia è bella alle prime ore del mattino, circondata dalla pineta e con sabbia dorata, e ci sono un paio di bar dove decidiamo di fare colazione.

Ad una certa ora iniziano gli sbarchi dei battelli turistici che fanno scendere le persone direttamente sulla spiaggia, noi ignari di ciò ci siamo scelti proprio l’ombrellone di fronte allo sbarco… che fortuna! A causa di questi continui attracchi, l’acqua inizia presto a sporcarsi perdendo la limpidezza delle prime ore del mattino.

Nel tardo pomeriggio andiamo a visitare il Kastro, un’antica fortezza medievale situata all’estremo nord dell’isola, costruita intorno al 1300 per far fronte ai continui attacchi dei pirati, praticamente inattaccabile sia per terra che per mare. Si dice che c’erano circa 400 case per una popolazione tra i 500 e i 1500 abitanti, circa 20 chiese e una moschea. Poi intorno al 1800 la popolazione ritorna nella città bizantina di Skiathos portando via con se non solo le loro cose ma bensì le case stesse, diventando così disabitata.

Arrivare al Kastro non è semplice: fino ad un tratto basta seguire le indicazioni stradali, poi ad un incrocio la strada inizia a stringersi e comincia un lungo tratto in discesa fatto di pietre spigolose cementate a terra, al termine del quale si parcheggia e inizia il percorso a piedi, un po’ faticoso ma alla portata di tutti. Consiglio vivamente di evitare le ore calde e soprattutto munirsi di acqua fresca!

Appena arrivati notiamo la spiaggia del Kastro: meravigliosa!

Ci incamminiamo verso i ruderi, il nostro obiettivo è giungere alla bandiera, e dopo una difficoltosa camminata tra pietre, terra, steppaglia, e soprattutto in infradito, finalmente arriviamo alla cima!Qui si gode di una meravigliosa vista, e dopo la foto di rito, dietrofront!

La serata prosegue da Agnadio, un delizioso ristorante appena fuori Skiathos Town, situato lungo la strada per il monastero di Evangelistrias e con una terrazza con vista sulla città, servizio impeccabile e si mangia divinamente.

La serata finisce con una passeggiata tra la movida skiatese.

24 thoughts on “Una giornata a Skiathos

  1. Ciao LovingGreece, io e la mia famiglia (marito e bimbo di 16 mesi) abbiamo scelto skiathos per le nostre vacanze. Abbiamo scelto uno studios a Skiathos Town. Vorrei chiederti dei consigli per muoverci. Ho letto che ci sono autobus per raggiungere le spiagge, sono comodi come orari e capienza? Inoltre mio marito vorrebbe noleggiare delle bici (con seggiolino per il piccolo) per spostamenti di pochi km, ce le consigli o non è fattibile?
    Grazie!

    1. Ciao Laura!!!
      Skiathos ha un ottimo servizio bus che collega la Town a Koukunaries con circa 20 fermate più o meno una ogni spiaggia. Gli orari sono comodi, per la capienza dipende dagli orari…in quelli di punta su sta un po’ pressati.
      La bici per me è fattibile, la strada litoranea verso il sud è piacevole anche se un po trafficata, anche se perlopiù di motorini.
      Buona searata

  2. Salve, c’è un servizio navetta dall’aeroporto al porto? Vorremmo evitare il taxi..siamo due adulti e due bambini con bagagli..rischiamo di pagare un’eresia…
    Grazie mille

  3. Ciao ragazzi!
    il mio compagno ed io abbiamo deciso di fare una vacanza alle sporadi e abbiamo preso i biglietti aerei per Skiatos con partenza il 1 settembre e rientro il 19 settembre. Abbiamo pensato di dedicare 6 giorni per ogni isola, lasciando Skiatos come ultima tappa, sperando cosi di trovare meno turisti. Volevo chiedervi un pò di consigli, prima di tutto visto che l’aereo atterra alle 18.20 a skiatos riusciamo a prendere il traghetto delle 19 per Alonissi o conviene rinviare la partenza al giorno dopo? A Skiatos conviene alloggiare a Skiatos Town o rischiamo di non dormire la notte per il troppo baccano.
    Grazie ragazzi
    Rosaria

    1. Ciao Rosaria!!!
      Tieni presente che il porto con l’aeroporto di Skiathos distano appena 3 km e ad ogni atterraggio i taxi fanno l spola di continuo. Il margine che hai è minimo specie se l’aereo porta ritardo…fai la prima sera a Skiathos e la mattina seguente via per Alonissos!!!
      Buona serata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *